A undici anni dalla nostra ultima intervista siam felici di ritrovarti sempre attivo musicalmente e con delle novità in arrivo. Come vi siete evoluti in tutto questo tempo?

Fulvio Tori : Il suono si è sempre evoluto, grazie anche alle nuove tecnologie, siamo passati dal quattro piste, ad avere adesso sul proprio computer una completa strumentazione. Si può passare con un click a strumenti etnici fino alla filarmonica della Royal Albert Hall, mi capisci è pazzesco, fighissimo. Non preoccuparsi che le chitarre, batteria e Keys siano suoni “real live”. Siamo una versione artigianale con un lato moderno. Adesso il processo per la produzione è rilassante con più possibilità. Il progresso naturalmente c’è stato, c’è e ci sarà sempre.

Siamo in attesa dell’uscita imminente del vostro prossimo disco ci puoi comunicare più informazioni a riguardo?
FT : Pensavo che fosse l’ultimo disco con le madri, con tutti questi cambiamenti c’era il problema di trovare un compositore (a parte io alla voce e tastiere), poi pensavo d’aver detto tutto!!!!!
Volevo come si dice chiudere “un’epoca“ con un album, (si spera????) se era proprio l’ultimo, dedicato alla morte.
Dire basta a un progetto condiviso con persone e personaggi, non è stato facile però la voglia di fare musica c’è eccome, ma se perdi per strada dei membri e ci sono casini vari allora proprio li, devi andare avanti nella parte compositiva pensando agli arrangiamenti e a tutto il resto.

Quale sarà il tema principale della vostra nuova opera? Quanto saranno attinenti le nuove atmosfere e suoni al passato?
FT : Il disco parla della morte sentimentale e naturale. Con un po’ di romanticismo antico si parla e si usano nomi di divinità arcaiche divinità sacro profane, naturalmente c’è la modernità senza un futuro senza una prospettiva, proprio come la morte.
Nei miei lavori anche in questo nuovo album la cosiddetta atmosfera creata con cori e tastiere e con dei sampling dei film c’è sempre. Sono cresciuto negli anni 70 (se pensi ai Rockets, I Krisma , i Kraftwerk) ho qualcosa dentro con un suono molto sinty e androgeno sempre e molto legato a ricordi di vita vissuta. Ci sono suoni sempre Punk di grido, ci sono chitarre che richiamano e ricordano ritmi e atmosfere inglesi.

Dove sarà distribuita e quando?
FT : Dalla Nordung e via Internet. Uscirà tra Aprile e Maggio ancora e non abbiamo una data esatta, sia in vinile che cd.

La formazione ha effettuato dei cambiamenti?
FT : Sì nel gruppo adesso c’è un nuovo bassista e un nuovo chitarrista ed essendo giovani portano con sé un po’ di brezza nuova, c’è un nuovo affiatamento sul palco, mi piace e ci piace stare assieme e concludere qualcosa. Il resto io e il vecchio batterista Kai.

Siamo ancora in piena crisi mondiale per la pandemia. Come state vivendo artisticamente la situazione?
FT : Cosa posso dire che non ci sono feste, concerti, mostre, niente cinema, insomma niente cultura.

Molti gruppi hanno creato video a distanza, ci saranno soluzioni simili per la promozione e diffusione della vostra nuova musica?
FT : Sì è già successo, per un amico messicano, un concerto ripreso all’aperto, tipo Pink Floyd live in Pompei. Sono stati ricavati tre videoclips per pubblicizzare il nuovo disco.

Avete in programma ristampe o edizioni speciali devi vostri dischi passati in futuro?
FT : Con la Nordung, è già stato ristampato l’album “Dio Dio Dio” in vinile, la prima mondiale, poi c’è un CD con rarità. Versioni di demo circa tra il 1987 fino al 1990, versioni ancora grezze e alcune canzoni con i MDV, alcune canzoni, da solo, dai suoni molto Psycho e monotoni tutto molto disturbante.

Cosa ne pensi della situazione artistica mondiale attuale non mainstream. Secondo te c’è evoluzione o regressione?
FT : Difficile dirlo da una parte fa conoscere il gruppo, senza tanti promo o altri sbattimenti di palle, da un’altra parte non si vendono più dischi quello è certo, comunque per la mia band voglio sempre il materiale fisico disponibile in modo che ogni fan possa averlo diretto nelle mani e goderci.

Ci sono artisti che segui con interesse?
FT : Sì naturalmente ascolto musica anche moderna non sono un dinosauro seguo sempre i The Flaming Lips perché mi piace molto il gruppo e la produzione degli MGMT, poi sempre le stesse cose come sempre, ma questi due questi due ultimi anni sto riascoltando molto i Balaam and the Angel, The Rose of Avalanche, Paul Roland, Paul Chain, Wolfgang Press e I Mass, Ghost Dance, Positive Noise. Tutta roba vecchia, canzoni interessanti e senza tempo, che mi ricordano l’infanzia ma li ascolto per sentire gli arrangiamenti come le chitarre acustiche e le Bassline.

L’interesse per la musica come si è trasformato dentro di te negli ultimi anni?
FT : Il mio interesse per la musica!!! La musica dentro me è sempre stagnante ho sacrificato tutta una vita per la musica e ovvio che mi ha un pò placato mi ha stilizzato mi ha curato e sono cresciuto fa parte di me logico ultimamente devo anche comporre le canzoni e questa è proprio una fase rivoluzionaria.

Il cinema di genere continua a influire sulla vostra musica? O avete preso direzioni in base a nuove esperienze condivise diverse?
FT : Si sempre, le immagini e la musica sono sempre parte del mio modo di vedere e fare musica. ultimamente ci sono solo film action e di supereroi.
Comunque vado al cinema oppure compro Blu-ray. In questo ventennio dominato da supereroi, sono usciti due film eccezziunali.
Parlo di ‘SPRING BREAKERS ‘di H. Korienne e con musiche ambient, rap . Poi c’è “ENTER THE VOID” di G. Noe, con musiche dei Coil e TG. Sono film dal contenuto molto forte, con scene violente e crude con dosi di autocritica e un grande distanziamento sociale e economico. Film no future, non c’è più futuro.

Ti lasciamo al solito l’ultima parola.
FT : L’ultima parola, o madre mia, che siamo all’ultima cena? Allora "il tuo Cristo è con te di già di nuovo".
Il titolo del nostro nuovo disco è:

"Il Cimitero del Pianto"


Tracklist:

1 - La Città
2 - L. A. B.
3 - Disquisitionum Magicarum
4 - La Regina
5 - KiriaM KiriA KiriaN
6 - Portas Libitedas
7 - I Sospiri di Suspiria
8 - La Leggenda
9 - Logika!!!.
10 - La Camera Mortuaria


Collegamenti : 

Pagina Facebook Ufficiale