Nome Band: Cranes 

Anno di Formazione: Portsmouth (England - 1985)

Origine del Nome:

Il nome della band si riferisce in modo perfettamente letterale alle "cranes", ossia alle gru e pale meccaniche che facevano parte del cantiere navale di Portsmouth negli ultimi anni 80. Come disse anche Jim Shaw, chitarrista del gruppo, in una dichiarazione degli anni 90:
"Quando arrivavi a Portsmouth, 5-8 anni fa, il panorama era caratterizzato dalle molteplici gru del cantiere navale ora chiuso: la vista del porto con quegli attrezzi meccanici fu fonte di ispirazione per il nome della nostra band ".    

 
Membri dell'ultima Formazione:

Jim Shaw: Chitarra
Alison Shaw: Voce
Paul Smith: Basso, Chitarra, Tastiere
Jon Callender: Batteria

Componenti Precedenti

(1990 - 1999) Mark Francombe - Basso, Chitarra, Tastiere
(1990 - 1996) Matt Cope - Chitarra
(1996 - 1999) Manu Ros - Batteria

Storia del Gruppo:

La band fece la sua comparsa sulla scena musicale nella metà degli anni 80 quando Jim ed Alison Shaw riuniti decisero di intraprendere una sorta di viaggio evolutivo sentendo dentro di loro l'ardente desiderio reciproco di suonare insieme. Mentre Alison stava studiando all'estero, Jim decise di iniziare a suonare la chitarra e la batteria da autodidatta fino a quando Alison, al termine dei suoi studi, tornò a casa e decise di incominciare a suonare insieme a lui scegliendo come strumento il basso. I due iniziarono a registrare le loro sessioni di prova sperando che qualcuno notasse il loro talento e gli proponesse un contratto discografico; La Bite Back! si accorse di loro, fu la prima etichetta discografica alla quale i Cranes aderirono e con la quale produssero i loro primi lavori: nel 1986 Fuse e nel 1989 Self Non Self. Dopo la pubblicazione di Fuse Jim ed Alison iniziarono ad avere moltissimi ingaggi, anche se non importanti per il momento, e cominciarono ad esibirsi in moltissime serate nei locali della loro città natale Portsmouth.
Durante un'esibizione incontrarono due futuri membri della band Mark Francombe musicista locale e Matt Cope giovane chitarrista e da questo connubio nacque una splendida collaborazione che contribuì alla crescita stilistica e strumentale del gruppo toccando il suo culmine con l'uscita del secondo album Self Non Self: questo lavoro arrivò sul tavolo di John Peel proprietario della Dedicated Records che offrì immediatamente un contratto ai Cranes, i quali decisero di lasciare subito la Bite Back! per aderire a questa grande etichetta discografica.
Nel 1990-1991 realizzarono quattro lavori seguiti poi dal loro primo splendido album Wings of Joy nel Settembre del 91; Proprio grazie a questi album i Cranes riuscirono ad attirare su di loro l'interesse e l'attenzione dei Cure e in particolare di Robert Smith e Simon Gallup i quali, colpiti dal loro stile e dal loro sound, decisero di portarli con loro durante il Wish Tour del 1992.
Tra le due band si formò subito una bellissima collaborazione che non riguardava solamente il piano professionale ma anche quello umano, infatti nacque una splendida amicizia e dopo il grandissimo successo delle date negli USA i Cure chiesero ai Cranes di supportarli anche durante le date europee: una grande prova del rapporto di amicizia che intercorreva, ed intercorre tutt'oggi, tra le due bands fu durante lo show di Parigi del Wish Tour quando Robert Smith andò in soccorso di Alison, la quale non poteva cantare causa motivi di salute, suonando e cantando le sue parti vocali oppure nella data a Dublino quando i Cure suonarono una canzone, Forever, non ancora registrata in studio invitando i Cranes sul palco insieme a loro.
Al termine del tour Jim ed Alison raccolsero tutte le emozioni e le sensazioni acquisite grazie alla costruttiva esperienza del Wish Tour in un nuovo album Forever (1993), chiamandolo proprio come la canzone che suonarono insieme ai Cure sul palco a Dublino, seguito da Loved (1994); I Cranes deciserò anche di cimentarsi in altri ambiti musicali per esempio nel 1995 e nel 1996 quando crearono un adattamento musicale per un opera teatrale "La Tragédie d'Oreste et Électre" ed alcune canzoni utilizzate per le colonne sonore di diversi film: queste nuove sperimentazioni si unirono ad una grande voglia di evolversi, di cercare nuove sonorità, nuovi stili, nuove tematiche e così uscì Population 4 (1996).
Improvvisamente però fecero la loro comparsa alcune discrepanze con la Dedicate Records e nel 1997 i Cranes lasciarono la casa discografica; Dopo questo periodo pieno di molteplici problemi di natura logistica e burocratica e dopo un intenso tour il gruppo tornò in studio per registrare un nuovo album Future Song (2001).
Inoltre ci furono anche delle dipartite: nel 1996 il primo a lasciare il gruppo fu Matt Cope seguito da Marc Francombe (1999) e Manu Ros (1999) tutti rimpiazzati dagli odierni Paul Smith e Jon Callender.
Una miriade di gruppi, inoltre, influenzarono sin dai primordi lo stile e la musica dei Cranes: Joy Division, The Young Gods, Nick Cave and the Bad Seeds, The Birthday Party, The Swans, Foetus (J.G. Thirwell), Einstuerzende Neubauten, Cop Shoot Cop, The Cure per quanto riguarda il primo periodo di vita della band sommando ad esso anche la passione per la musica di Frank Sinatra dichiarata dalle stesso Jim Shaw in un'intervista, mentre per quanto riguarda il periodo odierno: Midnight Cowboy, Badlands, Wings of Destre, Tom Waits, Boards of Canada (WARP Records), Funkstorung, Air, Red Snapper, Portishead , Photek, Autechre collegati alla passione per la musica classica e per il cinema.
Spinti dalla passione i Cranes tutt'oggi cercano sempre di scoprire nuovi orizzonti utilizzando nuove sperimentazioni, elementi, sonorità, tematiche regalandoci in ogni occasione uno splendido spettacolo.

 

Album di Studio/Studio Albums:

2003 - Cranes: Live In Italy
2001 - Future Songs
1997 - EP Collection, Vol 1 & 2
1997 - Population Four
1996 - La Tragédie d'Oreste et Électre
1994 - Loved
1993 - Forever
1991 - Wings of Joy
1989 - Self-Non-Self
1986 - Fuse

Singoli/Singles:

2002 - The Moon City
2002 - Submarine
2002 - Future Songs Sampler
1997 - Can't Get Free
1996 - Ancienne Belgique Promo
1995 - Beautiful Friend Promo
1995 - Lilies Promo
1994 - Shining Road
1993 - Everywhere Promo
1993 - Forever Remixes
1993 - Jewel
1993 - Clear
1993 - Adrift
1991 - Tomorrow's Tears
1991 - Adoration
1990 - Espero
1990 - Inescapable

Colonne Sonore/Soundtracks:

1998 - Shining Road - "Il ritorno di Claudine"

1997 - Lilies & Paris and Rome - "Love God"

1996 - Videoclip di Shining Road - Scena del film "An Eye For An Eye"

Links:

http://www.cranes-fan.com/

http://www.myspace.com/cranes