L’ondata Francese ci regala nei Dorcel un'altra piccola gemma darkwave, Closer è una piacevolissima sorpresa autoprodotta,

 i soli quattro pezzi riuniti per questo ep riescono a catturare subito e si impadroniscono dell’ascoltatore anche meno attento o abituato a certi suoni.
Tra le loro influenze loro indicano Interpol, The Cure, Depeche Mode, Joy Division, personalmente, mi hanno ricordato molto degli Handful of Snowdrops non elettronici almeno nelle atmosfere voce - chitarra.
Ritornando a Closer, si comincia il viaggio con Ghost Road pezzo molto dolce e introspettivo che trova la sua naturale continuazione nella seconda traccia Move Away, che a mio parere porta il livello dell’ep un gradino sopra e anche verso quello che definisco lo stile attuale di questo gruppo.
Visite invece terza traccia ci offre il cantato in francese e un atmosfera cupa e sognante.
Infine si arriva a quello che giudico il miglior pezzo dei quattro Lost un vero e proprio tormentone esistenziale che riesce a farsi ascoltare senza mai stancare.
I Dorcel si formano nel tardo 1998, la formazione del gruppo è questa qui: Sébastien Vigneron: Vocals/Drums, Philippe Bebon: Guitar, Cyril Muller: Guitar, Arnaud Ehrhart: Bass.
Che altro dirvi?
Cercate di procurarvi questo Ep e buon ascolto, sperando che ci sia un ulteriore salto di qualità nella loro prossima imminente registrazione.

Voto: 7

Tracce:

1)
Ghost Road
2) Move Away
3) Visite
4) Lost

Discografia:

2003 Des Maux
2005 Closer

Collegamenti:

http://www.dorcelmusic.com/
http://www.myspace.com/dorcel