Gothic:
Una visione del punk che copula col glam (da cui riprende movenze e attitudini provocatorie, ambigue, eccessive, votate all‘estetismo: Peter Murphy dei Bauhaus era accusato di essere un clone di David Bowie vestito da becchino), un divertente scherzo di cattivo gusto (l‘ironia è uno dei suoi punti forti, si veda titoli come "Bela Lugosi is dead" o "Smells like shit" degli A.S.F.), estetica macabra e amore funereo, violenza che fa rima con provocazione e  perché no? - eleganza, un suono senza compromessi che rispecchi tutta questa "romanticizzazione della morte"
, ma che si ammorbidisce ben presto per puntare sulle atmosfere, meno tirate ritmicamente. Mentre si formava la new wave, con suoni decisamente "appetibili", parallelamente il gothic si affermava recuperando all‘inizio la velocità  del punk (anche se col tempo si rallenterà ), ma i suoni sono acidi, le chitarre taglienti (mancano i medi per puntare su stridenti alti), un ipnotico basso in prima linea, composizioni spesso complesse con un cantato degno di questo nome. 

Tetro e colmo di suoni freddi (a volte rarefatti fino all‘eccesso, dando vita così alla musica eterea), il gothic ha reso intimistico e introspettivo il lato più morboso del post punk, unendo testi che passavano dal dolore personale al romanticismo letterario, decadentismo & simbolismo, avanguardia retrò (come il cinema anni '20/'40, ma basti pensare alla corrente architettonica Bauhaus), florida poesia ed eccessi drammatici, quasi teatrali, che unito al look minaccioso inizia a diffondersi presso la gioventù alienata di mezzo mondo, incarnando un vero "spirito dei tempi" (per cui, per capirlo bisogna conoscere a fondo gli anni ‘80 nel loro complesso). Successivamente si sono sempre più smussati gli angoli più "vivi", avvicinandosi a stereotipi molto melliflui se non quando proprio pacchiani o melensi (compreso le ossessioni al limite del "“ involontario - parodistico dei vampiri) tipiche degli ultimi anni, con una sclerotizzazione insopportabile di cliché e di suoni. Le danze furono avviate ai tempi d‘oro da: Bauhaus (il primo LP su tutti), Siouxsie and the Banshees (soprattutto dopo l‘album JuJu, la madrina di tutto il look gothic, tra trucco e lunghi abiti), The Cure (fondamentale la prima trilogia: 17 seconds, faith, pornography), Sex Gang Children (che oltre al batterista Nigel Preston, introdusse in alcuni brani un violino, cosa molto originale ai tempi), Alien Sex Fiend (che a differenza di altri usano moltissimo i synth, e avevano influenze disparate), Virgin Prunes (sebbene siano stati in primis degli sperimentatori e provocatori), Blood and Roses (uno dei primi gruppi promossi dal locale Batcave, assieme ai Southern Death Cult), UK Decay (decisamente vicini al punk) e i successivi In Excelsis, Rema Rema, Wolfgang Press, Gene Loves Jezebel, Venus in Furs, Corpus Delicti, Neva (questi due sono francesi, anni ‘90, di altissimo valore), Madre del Vizio (italo tedeschi, poi scissi in Madre e riformatosi ancora sotto il monicker originale, in cui militavano elementi degli Engelstaubb), March Violets (della stessa etichetta dei Sisters), Skeletal Family, Empire Hideous, Screaming Dead (progetto di McCormick, che sarà  il chitarrista negli Inkubus Sukkubus), Flesh for Lulù, Ex Voto, Venus Flytrap, Holy Cow, Breath of Life, Murder at the Registry, Requiem in White (poi scissi in Mors Syphilitica e in Judith, i primi mantenendo la voce eterea di Lisa Hammer, assieme al marito Eric, i secondi la potenza chitarristica), Xmal Deustchland (tedeschi, e qui il suono ha spesso puntato sul deathrock), Stimmen der 

Stille, Alan Voxx, Decima Victima, Spiritual Bats e Neronoia dall‘Italia moderna, Malaria! (tedesche, anche se in modo assolutamente dissonante e distorto, l‘uso dei synth in questo gruppo li rende molto difficilmente classificabili per fortuna!), EnTerTainmenT, Gabrielle Wishes, Villa Vortex, Every New Dead Ghost (inglesi molto punkeggianti, la loro breve vita è a cavallo degli ‘80 e ‘90, i componenti fondano poi l‘etichetta discografica Nightbreed e il gruppo electro gothic Midnight Configuration), i tedeschi Eternal Afflicht o i The Arch, i moderni Cinema Strange (i fautori della nuova rinascita, il cui look tra cabaret, punk e macabro sta spopolando un po‘ ovunque) e tra le vecchie glorie italiane Death in Venice, Bohemien, Fruits of conmfusion, Carillon del Dolore, Blooding Mask, Dead Relatives, Violet Tears, Giardino Violetto. 


http://www.rarevinyl.net/dark_gothic.htm
http://www.gothpunk.com/
http://www.gothic.ru/
http://www.scathe.demon.co.uk/histgoth.htm
http://www.wikipedia.org/wiki/Gothic_rock
(Questo link analizza alcune tecniche per suonare il gothic).

Alcune case discografiche interessanti sono: 4AD, Beggars Banquet Records, Cherry Red/Anagram, Cleopatra, Invitation au Suicide, Energeia, E.N.D.E./Radio Luxor; Maniac Depression,strobelight records, In The Night Time, NewRose/LivelyArt

Factory Records
http://www.cerysmaticfactory.info/index.html + http://home.planet.nl/~frankbri/  Beggars Banquet
www.beggars.com
Les Disque du crepuscle
http://home.planet.nl/~frankbri/
Invitation au suicide
http://www.limbos.org/newrose/newroseis.htm
LMT
http://www.ltmpub.freeserve.co.uk/ltmhome.html
Cherry Red
http://www.cherryred.co.uk/
4AD
http://www.4ad.com/
In the night time
http://www.inthenighttime.it  

Gothic Rock :
la naturale evoluzione del gothic, orientato decisamente più verso il rock (con una forma classica di canzone e spesso con voce profonda e cavernosa), fino a quasi perdere i connotati wave originali, con composizioni più massicce e più articolate, look molto meno esagerato. Si possono pensare
addirittura due filoni, in base agli '80 e '90, quest'ultimi infatti hanno una contaminazione più o meno marcata con l'elettronica e/o con un certo tipo di hard rock.
Negli anni '80 il gothic rock nasce con i Sisters of Mercy (il cui cantante Andrew Eldritch impose un look tenebroso di occhiali scuri, fumogeni e una voce molto bassa e ritmi secchi di drum machine; curioso che pubblicarono il primo album "first, last always" dopo una serie di singoli ed EP.
Raccolti anni dopo in "some girls wanders by mistake", i Mission (gruppo formato dal dall'ex chitarrista dei Sisters of Mercy  Wayne Hussey), i Cult (terza incarnazione del gruppo, dopo Southern Death Cult e poi Death Cult, ogni tappa il suono si fa meno grezzo e più articolato; col tempo andranno sempre più lontano dalle radici wave, fino ad un rock "tout court") e Fields of the Nephilim (poi solo Nefilim, trascrizione leggermente diversa della stessa parola e dediti a sonorità  molto vicine al metal; gruppo nato come gothic western sax fino ad evoluzioni più psichedeliche, uno dei capisaldi assoluti!).
Negli anni novanta si sviluppano tre importanti scene gothic rock europee:
- la scena inglese con Nosferatu (caratterizzati da liriche fortemente influenzate dai Romanzi gotici inglesi di fine '700), Rosetta Stone (che a partire dal 1994 cambieranno stile passando all'elettronica danzereccia), Vendemmian, Die Laughing, Inkubus Sukkubus (mix di goth e pagan rock, fronteggiato da Norman McCormic, ex Screaming Dead), Suspiria (dal sound elettro goth), Libitina, Faces of Sarah, Earth Calling Angela, Klling Miranda, gli scozzesi Dream Disciples, e gli irlandesi, poi trapiantati a Londra,
This Burning Effigy, Age of heaven.
- la scena tedesca con i seminali Love Like Blood (influenzati da Mission e Sisters con liriche impegnate), Garden of Delight (band di gothic rock esoterico alla stregua dei FotN), The House of Usher, Into the Abyss (gothic dalle forti connotazioni art rock), The Angina Pectoris, Cancer Barrack, Swans of Avon, Darc Entries (di cui è micidiale la cover di "a forest" dei Cure )e The Merry Thoughts (perfetti cloni dei Sisters of Mercy),
Crudeness, The Escape, Gotterdammerung e gli essenziali Dreadful Shadows (che hanno meritato l'occasionale partecipazione di Gitane Demone) e quindi gli Zeraphine, anche se molto meno aggressivi.
- la scena scandinava guidata dai finlandesi Two Wiches e soprattutto dal gothic rock svedese di Medicine Rain (influenzati dai Cult, Billy Idol e Sisters), Funhouse (in Mission style), Dawn of Oblivion, Bay Laurel, DarkSide Cowboys, infine dai norvegesi Eternal Joy. Anche il resto dell'Europa è stata interessata da gruppi gothic rock più o meno conosciuti come Gothic Sex (Spagna), Parade of souls (Svezia, ultra depressivi, poi confluiti nei più sperimentali Nazca) Artica (Italia), Brotherhood of Pagans (Francia), Lucie Cries (anche se gli esordi di "Res Non Verba" era molto più post punk), Pronoian Made (Lussemburgo), Star Industry (Belgio), Kiss the Blade e Floodland (Austria), i famosissimi Lacrimosa (Svizzera) di Tilo Wolff e Anne Nurmi; per quanto riguarda gli stati dell’ex blocco sovietico XIII Stoleti (Rep.Ceca), Siela (Lituania), Alvarez Perez (Rep.Ceca), Closterkeller (Polonia).
Al di fuori del vecchio continente meritano certamente una citazione i sudafricani The Awakening e Ankst, i messicani El Clan, i canadesi Beyond Salem, i brasiliani Cadra Ash, i neozelandesi Disjecta Membra, mentre dall'Australia arrivano i veterani Ikon (il loro primo periodo è fortemente influenzato dai Joy Division, poi il cantante verrà rimpiazzato e formerà i Chiron), i Meridian ed i Big Electric Cat.
Negli Stati Uniti il fenomeno gothic rock è stato sicuramente meno prolifico rispetto all'Europa; tra i gruppi antesignani i The Wake (una sorta di FotN più tribali, da non confondersi con gli omonimi inglesi editi dalla factory/Les temps Moderne), i Judith, i Sunshine Blind, le Switchblade Symphony (che a partire dal secondo album si sono "evolute" con sonorità  più trip-hop), i Black atmosphere, gli Stone 588, i Prophetess, i Trance to the Sun (con fortissimi richiami alla psichedelia e allo shoegazer), i London After Midnight, i commercialissimi Last Dance, Cruxshadow e Bella Morte.
In Italia la scena è sempre stata abbastanza sparuta, ma abbiamo avuto delle perle come Thelema, Flower of Sin, Simon Dreams in Violet, Wasteland, Diniego, che però sono tutti sciolti e qualche osso duro: Burning Gates (ora Ordeal by Fire), Weltschmerz, Canaan. Altri gruppi interessanti, di varia estrazione sono:
Sleepless, Noise For Destruction, Altered States, Buried Time (che coniugano ottimamente gothic-rock, elettronica ed hard-rock), Zeraphine, Charlotte's Shadow, Advocatus Diaboli, Phoenix and The Oracle of Zahirus, Paralyzed Age, Harlots from Beyond (finlandesi), Mizar (macedoni) , The Golden Apes, The Beauty of Gemina

Etichette interessanti sono: cleopatra records, neue aestehick multimedia, malicius damage, strobelight, zombie power records, nomadism, sonorium, Von Grafenwald, Pandaimonium, Energeia, Equinoxe.

Goth News
http://gothnews.blogspot.com/