Sir Joe - Intervista 26 Giugno 2012

sirjoe

1) Sei stato il coordinatore del primo fan club dedicato ai Depeche Mode nei primi anni 80, quanto questo ha influito sul desiderio di proporre anche la tua musica?


In realtá non molto, perché all'epoca ero solo un ragazzino appena entrato nel mondo del lavoro, e le mie prioritá erano ben altre. Inoltre, a metá degli anni '80 era molto piú difficile e dispendioso riuscire a produrre brani professionali di quanto sia ora.
Detto ció, la mia attivitá di collaboratore all'interno del fan club mi ha indubbiamente permesso di vivere esperienze uniche, come ad esempio assistere a una piccola parte delle sessioni di registrazione di Personal Jesus ai Logic Studios di Milano, per cui é possibile che in uno di quei momenti si sia insinuato a livello inconscio quel tarlo che, una decina di anni piú tardi, mi ha portato a registrare su cassetta alcuni brani di mia composizione.

2) Quanto c'è dell'amore per i Depeche Mode nella tua musica?

Direi che si nota soprattutto nel modo di cantare, che a quasi tutti ricorda lo stile di Martin Gore. Per quanto riguarda melodie ed arrangiamenti, oltre a loro c'é l'influenza di molti altri, ma di solito lascio decidere agli ascoltatori chi secondo loro ha influenzato questo o quel brano. Questo perché, quando inizio a comporre, non parto quasi mai con l'intenzione di ispirarmi a qualcuno in particolare, e di solito sono gli amici che mi fanno notare le affinitá con altri artisti quando ascoltano il pezzo finito.

3) Come nasce "The Observer"?

"The Observer" é il risultato di una sfida che avevo lanciato a me stesso nel 2007; essenzialmente volevo verificare la fattibiltá di registrare un certo numero di brani validi sia da un punto di vista compositivo che tecnico, ed anche sufficientemente coerenti musicalmente, tale da meritare l'interesse di un'etichetta discografica. Ho registrato otto pezzi in meno di un anno e altri due nel 2010, dopodiché lo scorso anno l'amica Froxeanne dei The Frozen Autum ha accettato di farlo uscire per l'etichetta Calembour Records, da lei appena fondata

4) Quali sono le canzoni del tuo disco con cui credi di aver comunicato meglio il tuo stato interiore?

Scelgo "New World", "Suddenly" e "The Observer", perché sono i tre brani in cui descrivo in maniera piú o meno esplicita quella che é la mia filosofia di vita, ossia una continua ricerca del benessere interiore attraverso l'utilizzo delle enormi capacitá di cui siamo dotati in quanto esseri umani, capacitá che vengono intenzionalmente e continuamente offuscate da quelle istituzioni che vogliono farci vivere nella paura allo scopo di controllarci meglio. 
Sull'argomento ho anche scritto un libro, intitolato "Conoscere la mente profonda", che puó essere scaricato gratis al seguente indirizzo: http://anima.sir-joe.com/

5) Perchè il titolo "The Observer"?

Come descritto in un capitolo del libro appena citato, l'osservatore é quella parte di noi che possiamo azionare ogniqualvolta ci sentiamo vittime di un'emozione negativa. Il suo compito é quello di osservare, appunto, l' associazione emotiva legata ad un evento, allo scopo di de-potenziare a livello energico l'emozione stessa ed impedirci di reagire attraverso azioni di cui in seguito potremmo pentirci. Non a caso, nel testo del brano omonimo compare la frase "Io sono l'Osservatore della tua vita, e sono qui per proteggerti…"

6) Come vedi la scena italiana?

Ti confesso la mia quasi totale ignoranza sull'argomento, per il semplice motivo che da sempre sono attratto dalle melodie che nel momento dell'ascolto si trovano 'in fase' con il mio stato vibrazionale, indipendentemente dal genere di musica al quale il brano viene associato. Certo, quando ascolto i The Frozen Autumn (per restare a un genere affine al progetto Sir Joe), provo solitamente delle emozioni molto forti … ma la stessa cosa accade con molti canti tradizionali bulgari, o con alcuni pezzi dei Cradle of Filth! Tutto questo per dirti che nella mia razione quotidiana di ascolti c'é molto meno spazio per synth-pop o dark wave di quanto un disco come "The Observer" potrebbe far supporre, e quindi non mi sento in grado di risponderti in modo competente.

7) Quali sono i tuoi ascolti odierni ?

Ultimamente sono tornato al mio primo amore, ossia il revival ska di fine anni '70 proposto dai gruppi dell' etichetta 2 Tone (Madness, The Specials, The Selecter, per intenderci). I miei ultimi acquisti invece sono stati, in ordine di tempo, Kate Bush, Air, Ultravox e Manowar.

8) Che progetti hai per il futuro?

Al momento mi sto dedicando alla traduzione in inglese del mio libro, e non mi dispiacerebbe poter fare dei remix per altri artisti, attivitá nella quale mi sono giá cimentato in passato con grande diletto. Inoltre ho giá tutti i brani del mio prossimo album in testa, per cui non sarebbe male se mi dessi una mossa e iniziassi a registrare qualcosa … haha

9) Ultime parole libere.

Ti ringrazio per le domande interessanti e colgo l'occasione per darti il link al mio sito, nel quale é possibile non solo ascoltare un estratto di tutti i brani dell'album, ma anche scaricare gratis una quindicina di altri pezzi (covers, remix e brani originali miei): http://www.sir-joe.com/
E' anche possibile seguirmi su facebook, twitter e cosí via (tutti i link li trovate nel mio sito).
Un caro saluto a tutti i lettori!


Sito Ufficiale

http://www.sir-joe.com/

Sito Etichetta

http://www.calembourrecords.com/


Site Login



Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai al collegamento / To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information